Salta al contenuto
Rss




Chiesa di San Lorenzo (Sec. XII)

immagine ingrandita Chiesa di San Lorenzo - Vista laterale (apre in nuova finestra) La chiesa dedicata a San Lorenzo Levita e San Lorenzo del Pozzo sorge nell'area cimiteriale poco distante dal centro abitato.
La località ove sorge la chiesa era già conosciuta fin dai tempi remoti, tanto che è stata rinvenuta nelle immediate vicinanze un'iscrizione romana, ora conservata al Museo Lapidario di Novara.
Secondo alcune fonti è considerato l'edificio più antico del paese: pare infatti che la costruzione fosse già esistita nella prima metà del XII secolo.
Citata in un documento del 1347, di quell'epoca conserva ancora oggi alcune parti della muratura originale nella parte absidale a lato del campanile.
Ampliata nel 1695 e nel 1719, venne restaurata definitivamente nel 1990. E' a navata unoca preceduta da un portico abbellito da affreschi cinquecenteschi, al suo interno sono visibili affreschi raffiguranti il martirio dei due Santi.


Stemma della Provincia di Novara Tratto da:
Guida Turistica e Atlante Stradale Provincia di Novara
Assessorato al Turismo - Legenda srl Novara
(Domodossola 1991)


a cura di Pietro Marco Agazzone

Questa chiesetta è dedicata a San Lorenzo martire diacono romano e a San Lorenzo prete novarese.
E' l'edificio più antico che c'è in Vaprio. Esisteva già nel XII secolo come si apprende dal libro delle consegne dei beni dell'episcopato novarese del 1347.
Nel 1132 era una cappella posta sotto la giurisdizione del pievano di Suno. Servì da chiesa Parrocchiale fino agli inizi del trecento, poi cedette la prestigiosa funzione alla chiesa di Santa Maria posta entro l'area del castello.
Nei secoli fu sottoposta quelli del 1694-95 e 1725-29. Nel 1694 si provvide all'innalzamento dell'edificio, si aggiunse l'attuale presbiterio con la piccola sacrestia laterale e si abbellì con due affreschi riportanti l'atto finale del martirio deu due Santi Lorenzo.
I restauri del 1990 marcarono per la storia, con due linee di divisione appropriate, i limiti di questo ampliamento.
Nel 1725-29 si costruì il portico d'ingresso a tre arcate, impostato su due snelle colonne di granito e una cappelletta laterale. All'interno del porticato, sui tre piccoli timpani della parete centrale, in un contesto pittorico ed epigrafico ormai deteriorato dal tempo, si possono intravedere scene riguardanti la vita ed il martirio di San Lorenzo.
In una di queste il Santo, sulla graticola, tra le fiamme, con sguardo sereno dice ai circostanti: "vostri ardori mi son di gelo". I carnefici sono esterrefatti.
Nel 1990 importanti lavori di restauro e conservazione coinvolsero l'intero fabbricato, salvandolo dagli attacchi del tempo e dell'umidità. Nel 1994 con un complesso intervento si provvide al recupero degli affreschi (del 1695) posti ai lati del presbiterio ormai deteriorati da infiltrazioni d'acqua.
Nello stesso anno si scoprì, stesa su uno speciale supporto e inamovibile senza strappo per scoraggiare il furto, una tela del pittore novarese Oronzo Mastro, in sostiruzione di quella sottratta da ignoti nel 1990. Il quadro fa vedere i Santi Lorenzo oranti ai piedi della Madonna: sintesi pittorica dell'ascendenza della chiesa Parrocchiale, dedicata alla Madonna, su quella cimiteriale dedicata ai Santi Lorenzo.
Nel suo interno la chiesa conserva le spoglie mortali di don E. Ruppen, parroco di Vaprio dal 1900 al 1947 e, riposte in una teca di marmo allogata a parete con lapide esplicativa, quelle di due nobildonne milanesi radicate in Vaprio nell'ottocento. Nel cimitero circostante sono degni di nota due artistici sepolcri: quello ricco di marmi della nobile famiglia Acerbi - Vandoni e quello, imponente per massa granitica, dei Bono.
In esso giace Gaudenzio Bono, garibaldino cugino dei Cairoli, caduto nella battaglia di Mentana del 1867.


Stemma della Provincia di Novara Tratto da:
"Percorsi, Storia e Documenti Artistici del Novarese - Volume 27 Le Terre bagnate dall'Agogna"
Provincia di Novara 1998.


Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di VAPRIO D'AGOGNA (NO) - Sito Ufficiale
Piazza Martiri n.3 - 28010 VAPRIO D'AGOGNA (NO) - Italy
Tel. (+39)0321.996124 - Fax (+39)0321.996284
Codice Fiscale: 00383120037 - Partita IVA: 00383120037
EMail: municipio@comune.vapriodagogna.no.it
Posta Elettronica Certificata: vaprio.dagogna@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.vapriodagogna.no.it


|